huè

Qualche giorno fa camminando per le strade di Huè siamo stati attratti da questo piccolo quartiere a due passi dal fiume, nella parte antica della città. Vie strettissime, signore anziane in abito tradizionale e tantissimi bambini intenti a giocare per strada.

Siamo tornati il giorno successivo e un paio di ragazzi che avevamo notato il giorno prima giocare a carte, probabilmente riconoscendoci, ci hanno sorriso.

Il terzo giorno abbiamo preso coraggio, fatto un bel respiro e chiesto se potevamo fare delle foto.

E' stato fantastico. Abbiamo passato buona parte della giornata ospiti di questa comunità dall'esistenza difficile ma dal sorriso sincero. Persone unite da legami di parentela e di amicizia tentano in tutti i modi di far fronte comune alle difficoltà quotidiane collaborando tutti insieme. E le difficoltà in questa parte di mondo, in quartieri come questi, non mancano di certo. Aprendo le porte di casa e mostrandoci la loro semplice vita con orgoglio e dignità ci hanno dimostrato ancora una volta che la povertà è un concetto relativo.

Una comunità grande o piccola che sia ha solo due modi per migliorare, crescere ed essere libera: restare unita e partecipare.

E' stata una grande lezione di vita.

Grazie di cuore

vuoi contribuire al nostro viaggio?