Prima di esternare i nostri pensieri e le nostre emozioni abbiamo fatto passare qualche giorno. Qualche giorno per osservare, riflettere, metabolizzare.

Che dire? Qui la realtà supera le aspettative.

Sapevamo che Nicola e Carmen fossero delle persone speciali, che avessero messo in piedi qualcosa di straordinario, ma vederlo dal vivo, con i nostri occhi è davvero emozionante! Il Viva La Vida Family è IL punto di riferimento per decine e decine di bambini e ragazzi che vivono qui a Phnom Thmey, un piccolo villaggio a 12 km da Kampong Cham, il capoluogo della regione.

Decine di ragazzini che quotidianamente sono costretti a vivere difficoltà per noi inimmaginabili, qui trovano un riparo e un aiuto concreto nel loro percorso di crescita.

Lezioni di inglese, con classi suddivise in base all'età. Sala computer in cui attraverso il gioco si insegna l'uso di questo prezioso strumento. Sport. All'interno del centro vi sono due campi: uno da calcio e uno da volley. Un bellissimo progetto che prevede la raccolta, il lavaggio e il riciclo creativo di quel materiale che più di tutti in questi anni sta inquinando l'intera Cambogia e non solo: la plastica. L'obiettivo è quello di sensibilizzare bambini ed adulti educandoli alla pulizia e al rispetto dell'ambiente. E poi un orto, una libreria, un'area parco giochi e numerosi altri progetti in corso ed altri da sviluppare in futuro.

E' riduttivo in poche righe spiegare quello che Nicola e Carmen hanno fatto e continuano a fare per questa comunità ai confini del mondo.

Noi possiamo solo ringraziarli per averci dato la possibilità di far parte della loro squadra.

E grazie ai ragazzi che con noi stanno condividendo questa esperienza, per noi è un onore conoscere persone tanto speciali.

Siamo solo all'inizio di questa avventura, ma possiamo già dire con assoluta certezza che questa è l'esperienza più importante della nostra vita.

PS: Grazie a tutti gli amici che con una donazione stanno partecipando insieme a noi a questa nobile causa.

Grazie davvero di cuore

vuoi contribuire al nostro viaggio?