kohima

Kohima, una cittadina nell'estremo nord est, precisamente nello stato del Nagaland. In queste zone periferiche del vastissimo continente indiano si respira un non so che di avventura e si ha come la sensazione di attraversare regioni ancora inesplorate! Naturalmente se vi viene un'impellente voglia di pollo fritto KFC è arrivato anche qui non temete, però i pochi e i scarsi servizi, le camionette militari, le alte montagne intorno insieme ai modi bruschi e alle facce da film western della gente, contribuiscono a creare un ambiente in un certo senso selvaggio. Spostarsi da una città all'altra risulta un impresa non da poco. Per fare 136 km ed arrivare a Kohima da Imphal abbiamo impiegato quasi sette ore. Le strade sono un disastro! Sono strisce di terra strappate alla montagna a cui si aggiungono buche e dossi da far tremare le sospensioni dei poveri furgoncini e le schiene dei loro passeggeri. Oggi in mattinata avremmo dovuto lasciare Kohima direzione Dimapur, ma la pioggia abbondante caduta in questi giorni ha complicato ulteriormente le cose e quindi, per motivi di sicurezza, la strada che collega i due paesi è stata chiusa. Ci hanno assicurato che domani tutto ritornerà alla normalità e la circolazione stradale riprenderà senza problemi.
Non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà.

PS: il proprietario della nostra guest house ci ha appena detto che domani si sposa un suo amico a Dimapur e che quindi in mattinata dovrà mettersi in viaggio per arrivare in tempo alla cerimonia.

"Se riaprono la strada potete venire in macchina con me e la mia famiglia, se siete d'accordo!"

dimapur

Da Kohima, cittadina di montagna nell'estremo nord est indiano, dovevamo dirigerci a Dimapur, la città più grande e popolata dello stato del Nagaland. Coincidenza ha voluto che il proprietario della guest house dove eravamo alloggiati fosse invitato ad un matrimonio proprio a Dimapur.

“Io e mia moglie siamo invitati al matrimonio di un amico a Dimapur, posso darvi un passaggio se volete!”

Ma mica finisce qui! Durante l'accidentato e complesso percorso (abbiamo dovuto fare una strada secondaria al limite del praticabile tra villaggi sperduti e strapiombi da vertigine perchè quella principale era ancora chiusa) ha aggiunto: “perchè non venite anche voi alla cerimonia?”

Eravamo 2 sardi ad un matrimonio cristiano battista nello stato del Nagaland in India.

Fa già ridere così..

EVVIVA GLI SPOSI

vuoi contribuire al nostro viaggio?