novosibirsk

Seconda tappa lungo la transiberiana, Novosibirsk. La capitale della Siberia.Il nostro arrivo in città non è stato dei migliori.“Non accettiamo stranieri” è stato il buongiorno della signorina alla reception dell'ostello!“Ma abbiamo prenotato”“NIET” è stata la sua risposta.“Possiamo usare almeno wi-fi?”“NIET”.“Spasiba” gli rispondiamo e andiamo via, un po' confusi.Perchè, ci chiediamo..Ore di discussione tra di noi sulla discriminazione, sul razzismo, sull'accoglienza, sulla politica internazionale (esageriamo) ma inutile, non riuscivamo a trovare una valida spiegazione.In finale? Niente di tutto questo!Semplicemente il governo russo impone una tassa di registrazione per i cittadini stranieri e quindi per non pagarla alcune strutture li rifiutano.AH ECCO!!Fa freddo? È la domanda che più c'è stata fatta da casa. Si, ma non più di tanto. In una città che arriva a -40°, girare con 2° è piena estate!!Abbiamo visitato il mercato, un interessante casa museo degli anni '40 e il teatro, il più grande della Russia con una capacità di 2000 posti a sedere. In generale ci siamo trovati bene, abbiamo trovato una città giovane e dinamica. Un bel mix tra la Russia europea e quella asiatica.

vuoi contribuire al nostro viaggio?