rita

Qualche mese fa a Calcutta nel centro di Madre Teresa abbiamo conosciuto Rita, una ragazza indiana che ogni giorno fa volontariato occupandosi di bambini con gravi difficoltà. Rita è nata in un villaggio di campagna ad un paio d'ore di macchina da Varanasi. Famiglia numerosissima la sua, in tipico stile indiano. Circa 3 anni fa decide di trasferirsi a Calcutta, dove vive uno zio e, grazie alla sua tenacia, in poco tempo trova lavoro come parrucchiera. La vita di città gli piace, ma la sua passione più grande è quella di aiutare gli altri, di rendersi utile con i più bisognosi. Non dimentica le sue origini e in un certo senso sente il bisogno di restituire questa fortuna che la vita gli ha donato condividendola con il prossimo.

In questi mesi siamo rimasti in contatto e proprio qualche settimana fa ci ha scritto dicendoci che sarebbe tornata a trovare la famiglia nel suo villaggio natale, aggiungendo questo:

"perché, visto che siete a Varanasi, non venite a stare qualche giorno da me?".

Detto fatto! Eccoci qui, in un villaggio in piena campagna indiana, con i bufali legati all'ingresso di casa, le pareti dipinte di celeste e le donne con i saari nei campi di grano. Avete presente quei documentari dell'India rurale? Quella lontana dalle grandi città e dalle industrie tecnologiche? Ecco, ci siamo finiti dentro!!

Al nostro arrivo la madre di Rita ci ha benedetto con incenso e collane di fiori e una schiera di bambini è accorsa incuriosita a salutarci. Tutto il villaggio sa della nostra presenza e ogni tanto Rita ci accompagna dalle signore più anziane per raccontargli chi siamo e perché siamo qui. Le attenzioni e le gentilezze che ci riservano tutti i membri della famiglia (che sono un'infinità) è qualcosa di indescrivibile, di mai provato prima. Siamo confusi, emozionati ed ancora increduli per quello che ci sta accadendo. In questi giorni cercheremo di riordinare le idee e di raccontarvi meglio di questa esperienza, di quello che lei fa per il villaggio, della donazione alla scuola, della festa di compleanno e di tante altre cose.

 

Per il momento ci limitiamo solamente a ringraziare con il cuore questa ragazza che, forse inconsapevolmente, ci sta facendo vivere un'avventura straordinaria!

vuoi contribuire al nostro viaggio?