xi'an

A soli 30km da Xi'an c'è una delle attrazioni più importanti di tutta la Cina: l'esercito di terracotta. Chi non lo conosce? Chi non ha mai visto almeno un'immagine degli 8000 guerrieri? Noi eravamo ad un passo da una delle meraviglie più visitate al mondo ma abbiamo scelto di non andarci.

Perchè?

La risposta in questo caso meriterebbe un capitolo intero, ma provando a riassumere la giornata in poche righe sarebbe andata più o meno così: bus all'alba, ignorare gli insistenti venditori di souvenir ai lati della strada, fare a spinte per comprare i ticket allo sportello d'ingresso, fare lo slalom tra le guide, camminare velocissimi perchè la guardia altrimenti fischia, stare attenti a telefonini, macchine fotografiche, ipad, telecamerine e bastoni di selfi. Metterci in punta di piedi e tra uno zainetto e un borsa della spesa intravedere un pezzettino di braccio di una statua (ma era un braccio?) fare foto (mosse) e sbrigarci a spostarci perchè la signora dietro di noi sta facendo una video-chiamata alla figlia su whatsapp e vuole riprendersi davanti a tutto l'esercito. Tornare ai parcheggi, prendere l'autobus (il gruppone con davanti la bandierina ha la priorità) aspettare il secondo autobus, 30km in due ore, tornare in alloggio, guardare le foto (tutte mosse), andare a letto, sfiniti.

Niente, abbiamo rinunciato.

Abbiamo preferito girovagare per le strade della città e perderci, senza una meta precisa.

Ci perdoneranno gli 8000 guerrieri e le guide turistiche, ma noi abbiamo deciso di viaggiare

vuoi contribuire al nostro viaggio?